in bici

In bici

La Ciclovia della Versilia

Da Viareggio a Forte dei Marmi, a pochi metri dal mare, scorre un rettilineo asfaltato, protetto e pianeggiante, riservato alle bici. Incorniciato da palme e architetture Liberty, dal gorgoglio delle fontane e dai profumi mediterranei, è un percorso da fare senza fretta per godersi ogni angolo della riviera, magari con qualche sosta rinfrescante a base di ottimo gelato.
Deviando, in località Fiumetto, verso monte, per imboccare un nuovo tratto ciclabile collegato che, all’ombra di tigli, pini e pioppi, porta al centro di Pietrasanta in meno di 15 minuti.
Oppure, giunti a Forte dei Marmi, seguendo i dipinti di Carlo Carrà, collocati ciascuno davanti al luogo ritratto per un insolito e affascinante sentiero d’arte nel cuore della cittadina versiliese.

fiori di loto

Pedalare nella natura

La Versilia offre percorsi agevoli per la bici anche a chi ama tracciati meno urbani.
La pista Fiori di Loto, dal parco di Nassirya a Massarosa alla frazione di Bozzano, è un tragitto breve (meno di 2 chilometri) ma di rara bellezza: su passerelle sopraelevate in legno attraversa aree umide e una delle coltivazioni di fiori di loto più grandi d’Italia che in estate, durante la fioritura, regala un panorama da sogno.
Dal porticciolo di Massaciuccoli o dal paese di Quiesa, invece, si accede alla ciclopista Giacomo Puccini, dedicata al Maestro che in riva al lago ha vissuto e composto tante delle sue celebri arie. Il percorso è sterrato su lunghi tratti e si snoda fra bonifica e campagna per circa 20 chilometri, fino a Lucca, toccando tutti i luoghi pucciniani della provincia.

Mountain bike che passione

L’Alta Versilia è una palestra naturale per gli appassionati di mountain bike.
Dalle colline di Camaiore fino ai trails più impegnativi sulle Apuane, accompagnati da guide esperte, non c’è che l’imbarazzo della scelta: percorsi scorrevoli fra i boschi di castagno o passaggi tecnici sui fianchi più aspri della montagna, con qualche salto roccioso che richiede grande abilità ed equilibrio.
Oppure, salite panoramiche verso borghi e pievi medievali, dove godersi vedute mozzafiato e discese su una splendida vista mare. Ma anche veri e propri circuiti che “sconfinano” nella vicina Garfagnana, con continui cambi di pendenza, tratti di fondo misto o da percorrere a piedi, portando la bici a fianco o in spalla.